Copertina_Tania_Marino

“Non lo fa nemmeno Dio” di Alessandra Brisotto 

 

“Non lo fa nemmeno Dio”

Romanzo di Alessandra Brisotto

(Alba Edizioni)
http://www.albaedizioni.it/

https://www.lafeltrinelli.it/…/non-fa-nemmeno…/9788899414320

https://www.ibs.it/search/…

“Bianca ha compiuto una scelta estrema: la povertà. Vuole ricominciare dal basso, come semplice collaboratrice scolastica, in una scuola di paese, dove le piccole violenze quotidiane e i sogni si mescolano e spaccano in silenzio. Così il fratello e quell’uomo, entrato di sbieco nella sua vita. Alcune persone hanno la tendenza a fare ciò che non fa nemmeno Dio. Bianca è una di queste.”
Alessandra Brisotto

Tania Marino (copertina)

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

 

Gesellschaft / Società (Acrilico su tela di Alessandra Brisotto)

Società / Gesellschaft

Società / Gesellschaft Acrilico su tela di Alessandra Brisotto

Società / Gesellschaft Acrilico su tela di Alessandra Brisotto

 

 

– – – – – – – – – – – – – – – –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

 

 

Se solo potessi capire il linguaggio del vento, con le sue arguzie divine e smettessi di sbattere contro cose e persone, come un’autonoma pallina di flipper che teme di scendere nel buco.

Perché la vita è letale.

È infinitamente letale.

Perché la morte è vitale.

È infinite volte vitale.

E ad ogni uscita il gioco riprende.

Oppure no.

Io sono il flipper, la pallina e il giocatore.

Il linguaggio del vento.

———————————–

Wenn ich nur die Sprache des Windes mit seinem göttlichen Scharfsinn verstehen könnte und aufhörte, auf Dinge und Menschen zu stoßen, wie ein unabhängiger Flipperball, der sich davor fürchtet, in das Loch hinabzusteigen.

Denn das Leben ist tödlich.

Es ist unendlich tödlich.

Weil der Tod lebenswichtig ist.

Es ist endlos lebenswichtig.

Und bei jedem Ausgang wird das Spiel fortgesetzt.

Oder nicht.

Ich bin der Flipper, der Ball und der Spieler.

Die Sprache des Windes.

 

Foto di: Alessandra Brisotto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CITTÀ

L’architettura può anche essere feroce.
Azzanna pezzi di cielo, smembra l’idea di una casa, abbandonando la carcassa intorno e dentro di te,
Se tu non te ne accorgi imputridisci gioioso
al centro di un assurdo.

 

 


 

 

Un giorno te ne andrai anche tu, Venezia

uscirai dalla tua acqua
e ti vedrai finalmente

sarà la tua prima volta
camminando
ma senza esitare

perché l’ovunque è certo

 

 

 

Disegno al computer di Alessandra Brisotto

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche un fragile petalo di rosa è in grado di sorreggere il cielo.
————-
Selbst ein zerbrechliches Rosenblatt ist in der Lage, den Himmel zu stützen.

 

 

 

 

Liberazione_Befreiung

Liberazione / Befreiung Disegno al computer di Alessandra Brisotto

Piccola parentesi atemporale.

Perché Bianca ha guardato Venezia da lontano.
Ma spesso il lontano è più vicino in un video.
I particolari saltano all’occhio.
L’odore dell’acqua manca.
Manca sempre qualcosa.
Venezia senza l’odore dell’acqua non parla e non ha sangue.
La sua morte è anche la sua vita.
L’acqua il suo sangue.
Come il corpo di una donna che si bagna in lontananza e si perde nel mistero della propria profondità.
Il rumore dell’acqua manca, sotto la musica bella.
Il rumore dell’acqua è però ancor più bello della musica bella.
Manca sempre qualcosa.
Manca Venezia intera nella sua boccia di vetro e di sale.

(tratto da “Il mistero della clessidra incrinata”)

______________________________________________________

INVERNO

Pochi minuti fa

stava là fuori

l’inverno,

sprangato duro e

sbarrato

dalle finestre soldato

armate di mani

di sorte.

 

E mi guardava.

Occhi voraci di vita

di morte.

 

Mi ha fatto pena e

l’ho accolto

dentro di me,

l’ho riscaldato.

 

Così ogni stagione

che giunge

inosservata

e se ne va

inosservata

con le finetre e i soldati.

 

 

Disegno al computer di Alessandra Brisotto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tarassaco

Tutto ad un tratto
il mio respiro svezzato s’addormenta
sparpagliandosi nell’aria
in centinaia di mondi silenziosi

——————–
Löwenzahn

Auf einmal
schläft mein abgestillter Atem ein
zerstiebend in der Luft
in Hunderten von stillen Welten.

_____________________________________________

Disegno al computer di Alessandra Brisotto

 

 

 

Presenza
Il sole nuoce ai ricordi
È troppo acerbo
Ho bisogno di tempo
di tapparelle abbassate
e una minuscola fessura
per mietere i maturi
nella penombra della mia assenza

_______________________________________________

 

Il sole muore soltanto negli occhi

ad ogni istante ruota la terra
intorno alla morte
intorno alla vita

——————————-

Die Sonne stirbt nur in den Augen

in jedem Augenblick kreist die Erde
um den Tod
um das Leben

 

Kein automatischer Alternativtext verfügbar.

“Darmstadt. Die nachdenkende Stadt”
“Darmstadt. La città pensante”
Acrilico su tela di Alessandra Brisotto

 

VALIGIA

Se ci fossero case coscienti nei sogni
ne costruirei una
portatile
non troppo grande
tanto da poterla riporre in una valigia
da aprire un giorno
chissà dove
tirarne fuori la mia casetta
e posarla per un istante
vicino a te
—————-

KOFFER

Wenn es bewusste Häuser geben würden
würde ich eins davon bauen
tragbar
nicht zu groß
so dass ich es in einen Koffer einstecken könnte
den ich eines Tages
irgendwo
öffnen würde
dann würde ich mein winziges Haus herausziehen
und es für einen Augenblick
neben dich legen

 

 

la-casa-girasole-das-sonnenblumenhaus

La casa-girasole – Das Sonnenblumenhaus Acrilico su tela di Alessandra Brisotto

 

————————————

URAGANO (ORKAN)

Pioggia sintetica e granchi
esotici
gettati a scroscio
sulle montagne,
le Dolomiti.

Le stelle alpine che galleggiano ad Haiti
fanno sorridere i turisti.

Cos’è successo ai bambini?
Chi si domanda ancora
di come il mare osservi le farfalle
e quando giochi la terra con le talpe?

———————-

ORKAN (URAGANO)

Künstlicher Regen und Krabben
exotisch
geprasselweise
auf die Berge
die Dolomiten
geworfen

Die Edelweiß,
die in Haiti flott schwimmen,
bringen Touristen zum Lächeln.

Was ist den Kindern passiert?
Wer fragt sich noch,
wie das Meer die Schmetterlinge beobachtet,
wann die Erde mit den Maulwürfen spielt?

 

 

——————————————

Roma

Il silenzio del cielo
contrasta
per questo dormo,

quando ti sto a pensare
acceso
nella tua lampada a gasolio,

soltanto un’ora

Grondano sangue le zanzare
e siccità
laggiù

Io distesa altrove in silenzio
accanto a me

 

 

 

L’albero delle nuvole e delle mele
Der Baum der Wolken und der Äpfel

Acrilico su tela di Alessandra Brisotto

 

 

———————————————

TEMPO

Mi avevi detto di non cantare
adesso
di non raccogliere le case per terra
di non giocare sulle catastrofi

Non ti rivolgo più lo sguardo
solo per questo
perché mi chiamo adesso
e non domani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: